giovedì, giugno 07, 2007

Potito Starace, uno di noi?

non sono mica Luther Blisset...
Potito Starace è una delle tante prove (o conseguenze) di quanto la comunicazione pervada la nostra realtà quotidiana. Io e voi nel leggere "Potito Starace" lassù alla prima riga abbiamo pensato "ehi, l'ho già sentito": devono averlo nominato in TV qualche volta, o alla radio, così, di sfuggita, perchè non ci pare che abbia vinto qualcosa. Forse non sappiamo che Potito Starace è un tennista italiano salito fino al 64° posto nel ranking ATP, nè, come ci informa il suo sito, che Potito è un fan di Vasco Rossi, veste "Le coq sportif" e ha una predilezione per il colore rosso, e in realtà non ci interessa. Ciò a cui prestiamo attenzione è il suo nome: "Potito Starace". Ci ricorda qualcosa di antico, di vero, in un certo qual modo nobile perchè in controtendenza con la nomìa attuale. In fondo, pur non sapendo nulla di lui, non possiamo fare a meno di trovarlo simpatico.
E per questo, almeno per un po', non ce ne scorderemo. In questo senso Potito, che magari non salirà mai oltre quel 64° posto del ranking ATP, ha già vinto.


Domani ho un esame. Cosa dovrei e non dovrei fare in questo momento ditelo voi.

8 commenti:

Santa ha detto...

Quando gioca Potito io tifo per l'avversario. Uno di voi?

eroL ha detto...

Dipende da come si chiama. (ma Potito gioca?mah.)

Elena ha detto...

A me fa venire in mente Starace, il fedelissimo di Mussolini, e non è che sia proprio un bel ricordare.

Ema ha detto...

ecco cos'é che non mi tornava in "qualcosa di antico, di vero, in un certo qual modo nobile"

eroL ha detto...

Mioddio, se a questo aggiungiamo il mio rispetto per Travaglio e l'ammontare del mio conto in banca direi che il cerchio si chiude.

Ema ha detto...

mettici pure gli aperitivi in balcone con la gioventù littoria ed il cerchio oltre a chiudersi comincia pure a stringersi!!

eroL ha detto...

Mi permetto di precisare che "Camerata" è un cognome.

roby ha detto...

Vedendo Potito Starace in realtà ho letto Pititto Storace, associando Pititto al cognome di un mio compagno di facoltà e Storace a Storace.
Salùt.