mercoledì, maggio 16, 2007

DON UORRI

Lorenzo, cosa ne pensi della politica italiana? Chiedi alla mia prostata.
Circa un mese fa ero ad una lezione di un corso che si chiama "Cittadini, elezioni, partiti" (chiamatelo pure "Sociologia politica") e si discuteva di come mai alcune zone del nord Italia fossero un serbatoio di voti per la destra (vedi: Veneto) o la sinistra (vedi: Emilia-Romagna) pur essendo economicamente simili. Ma in realtà la questione che aleggiava nella piccola (davvero piccola, eravamo sì e no dieci persone) aula, e che poi uscì attraverso la mia bocca, era un'altra: come mai la Sicilia vota a destra?
Mentre gli articoli di scienza politica sulle motivazioni sociali ed economiche del voto a destra o a sinistra nelle regioni del nord si sprecano, al sud la situazione è ben diversa: dalla fine di quella che chiamano "Prima Repubblica" di articoli di analisi sul voto del sud non se ne vedono.
La Sicilia è l'unica regione del mezzogiorno in cui la destra ha un serbatoio di voti paragonabile a quelli di Veneto e Lombardia, eppure le condizioni economiche e sociali siciliane sono più simili a quelle di Puglia e Campania. La Sicilia non è una regione di piccoli imprenditori impauriti dall'aumento delle tasse. Eppure in Sicilia vince sempre la destra. Il mezzogiorno è la zona d'Italia maggioramente soggetta a cambiamenti elettorali (cioè a spostamenti di voti da uno schieramento all'altro). Al contrario delle regioni del centro e del nord, dove il voto è più "vischioso", al sud i due contendenti possono racimolare i pochi voti in più necessari a vincere le elezioni. Eppure in Sicilia vince sempre la destra.

C'è stato un piccolo silenzio imbarazzato, il professore ha ricordato per l'appunto la scarsità di articoli sulla questione, e ha parlato dell'esistenza di una certa "borghesia" siciliana più incline ai richiami della destra, finchè un mio compagno non ha alzato la mano e detto quello che tutti pensavano:
"In Sicilia la destra vince perchè c'è la mafia".

8 commenti:

Elisa ha detto...

penso di riproporre la questione alla mia professoressa di SistemaPoliticoItaliano, ma temo che la risposta sia sempre e solo quella.

violetskin

Elena la Cancelliera ha detto...

La battuta finale è indice di come l'Italia non sia paese da analisi politiche, non secondo i criteri comuni almeno. La foto è indice che sei così egocentrico da avere una raccolta di immagini delle tue "minzioni improbabili".

francesca ha detto...

vorrei fare un appunto.
non la destra, la cdl.
(e qui si apre un mondo di analisi politica)

aidi ha detto...

confermo.

[e a napoli vince la sinistra perché c'è la camorra. buffo no??]

Ofelia ha detto...

Questo qui, con rispetto parlando [sai che, tutto sommato, continuo a rispettarti in qualche modo], è veramente un discorso del cazzo. Ma veramente. Innanzitutto perchè - e lo dico con cognizione di causa, visto che sono calabrese [ahimé] e in Calabria c'è la 'ndrangheta e non è robetta da poco, credimi - da me vince regolarmente la sinistra e lo stesso discorso vale per buona parte della Calabria. E questo è solo un esempio, perchè ce ne sarebbero degli altri e perchè trovo veramente primitivo continuare a barcamenarsi fra categorie obsolete come queste due fazioni politiche che ormai si contendono le loro poltroncine calde calde di sedute a vita, senza dare adito a discorsi etico-ideologici di nessun tipo. Questa è morale/critica socio-politica stantia nonchè drammaticamente di parte.

Ah, Travaglio non è di destra: a mio parere, Travaglio non c'entra un cazzo nè con la destra nè tantomeno col giornalismo.

Anonimo ha detto...

Sono d'accordissimo con Ofelia...
(come se la mafia esistesse solo in Sicilia..ma per piacere!!!)

Anonimo ha detto...

Con rispetto parlando, questo post può averlo scritto soltanto una persona che non conosce affatto la realtà del profondo sud e personalmente mi pare poco opportuno scrivere se non si ha idea di cosa si stia dicendo. Perchè è evidente che non hai idea nè di cosa sia la destra nè di cosa sia la mafia, e secondo me neanche di cosa sia la sinistra. In certi argomenti, parlare tanto per può essere molto pericoloso, anche perchè si corre di il rischio di offendere chi di certe cose ne sa e chi in certe realtà ci vive. E' solo un consiglio.
C.

PS Ho il sospetto che in questo blog Travaglio sia rispettabile solo perchè il suo passatempo preferito è infamare Silvio Berlusconi.

chià-cchiera ha detto...

da pugliese esprimo la mia...mafia camorra 'ndrangheta.. in puglia c'è la sacra corona unita...ohhhhh...nome retorico e di effetto...e in puglia c'è il caro Nichy..gay e di sinistra...qual è il punto?un fondo di verità nel finale del post vi è, nel senso che organizzazioni criminali ed elezioni vanno più volte a braccetto, e sicuramente la mafia siciliana è più legata alla destra, o comunque sia più legata a fazioni politiche rispetto le altre organizzazioni.conosco meno le situazioni calabresi e campane, ma la sacra corona è come dire, più anarchica in merito, meno legata ai partiti...la verità è che concludere una così difficile argomentazione con due parole è davvero riduttivo, e sicuramente non si talgia la testa al toro...non basterebbe un libro lorè...