martedì, gennaio 31, 2006

Partire non è fuggire, dormire non è sognare (ma non per me).

Considero tutta la vita un gelato, che viene leccato
da tutte le lingue del mondo schifato, ma ancora goloso.


Dopo il compleanno, gli amici, Fo, i due esami in due giorni, Luttazzi e le manifestazioni d'affetto da parte del mondo a me caro, i preparativi sono quasi ultimati, stiamo solo aspettando che l'orologio si trascini avanti.

Iniziamo con le abitudini (è difficile trovarle, perchè impone di guardarsi da una prospettiva esterna):

1)Quando cammino sul marciapiede con qualcuno a cui tengo, faccio sempre in modo di trovarmi dalla parte che da verso la strada

2)Spesso saltello sulle piastrelle come se stessi giocando a scacchi, e la mia mossa preferita è la "L" del cavallo (Aidi preoccupati pure)

3)Guardo come e cosa gli altri guardano (lo faccio sempre, è questa la cosa strana)

4)Bevo il mate, soprattutto quando devo rimanere sveglio a lungo

5)Faccio sempre l'orecchio alle pagine dei libri (monito di protesta contro i perfettini del segnalibro)

Passo il testimone a Jack, e solo a lui, perchè è l'unica persona a cui posso permettermi di fare una cattiveria del genere (contribuirà alla sua insofferenza, quindi al suo talento).

Tra tre ore parto e sembra stia per sposarmi. Ho spettacolarizzato ogni cosa, ho gonfiato e sgonfiato il mio ego più volte, ho smussato i pensieri spigolosi e l'altro ieri, guardando fuori dal finestrino del treno, ho pensato che spesso il mondo non sa dov'è la sua casa. I tre allegri ragazzi morti cantano "La festa è a Buenos Aires" e io ricorro a dei trucchetti per portare avanti il discorso, tipo spiegare cosa sto ascoltando.
Mi permetto poi di linkare non dico un maestro, ma perlomeno un mio guru.Confessioni di un nerd è un suo buon riflesso. Peccato sia su splinder, ma la cosa che mi domando è: è un nerd o fa il nerd?. Mah. Credo d'averlo conosciuto in un momento particolare.
Luttazzi ha chiuso il blog e se non ne avessi troppi mi sarei strappato i capelli.
E stop, spero di poter aggiornare questo blog nel prossimo mese e mezzo. Farò il possibile.
Insultatemi. Il fischiare delle orecchie mi distrarrà dai trenta gradi giornalieri.

6 commenti:

Ofelia ha detto...

Mi sei mancato.

giacomo ha detto...

lo sai che ti rispetto molto e che fai parte della parte di umanità che mi dispiacerebbe se morisse, nè? nonostante le abitudini. e poi sborat.
salute.
g.

Iruna ha detto...

Ma sei un grande! Per ben 2 motivi:

1- Il mate lo bevo anche io, mio padre è uruguayano ed è un qualcosa di bellissimo. Non ti capita mai di tirar su troppo presto e di bruciarti tutta la lingua???? A me sempre!

2- Se quello è il tuo frigo bhè hai tutta la mia stima,ho sempre sognato avere quei frighi in stile americano con il cosino per il ghiaccio e quello per l'acqua.Devo averl. subito.

Complimenti per il blog, i racconti argentini sono molto belli e la sensazione che hai avuto nel guardare di nuovo StudioAperto è pienamentissimamente condivisibile. Voglio essere una gaucha,tutto qui.

A presto!

Anonimo ha detto...

Well done!
[url=http://xtursfmb.com/hevu/rspk.html]My homepage[/url] | [url=http://aitrwkpy.com/nzsx/ceek.html]Cool site[/url]

Anonimo ha detto...

Great work!
My homepage | Please visit

Anonimo ha detto...

Nice site!
http://xtursfmb.com/hevu/rspk.html | http://rvqoycee.com/xuqm/akag.html